Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Tradurre e commentare Dante in Ungheria

olasz_konyvbemutato_Facebook_cover (002)

Tradurre e commentare Dante in Ungheria

Conferenza di Ádám Nádasdy e presentazione del Commento ungherese al Purgatorio

In lingua ungherese

La parte più conosciuta, letta e insegnata della Divina Commedia di Dante è indubbiamente l’Inferno. In Ungheria, ciò è talmente vero che si tende a dimenticare che due terzi dell’opera sono dedicati ad altro. Per questa ragione, in occasione del Dantedì 2024, si darà risalto alle altre due cantiche. In primo luogo, verrà presentato il commento ungherese al Purgatorio, recentemente pubblicato, a opera dei membri della Società dei dantisti ungheresi, sotto la direzione di János Kelemen e József Nagy. Il volume sarà presentato da Eszter Draskóczy e Norbert Mátyus. In un secondo momento, Ádám Nádasdy, autore della traduzione moderna del capolavoro dantesco, guiderà il pubblico attraverso il Paradiso dantesco per rispondere ad alcune domande: “Com’è il Paradiso?”, “Dove si trova?”, “Come raggiungerlo?”, “Chi sono i beati?”, “C’è una gerarchia nei Cieli?”.

Moderatori: Mátyus Norbert e Draskóczy Eszter

Programma:
1. Indirizzi di saluto
2. Commemorazione del prof. Kelemen
3. Presentazione del volume Purgatorio
4. Lezione sul Paradiso: Ádám Nádasdy

 

  • In collaborazione con: Società Dantesca Ungherese - Magyar Dantisztikai Társaság