Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Mostra: Il racconto della bellezza. Tesori della Basilicata antica

Tesori della Basilicata quadrato

La mostra di reperti archeologici della Basilicata sarà esposta fino al 27 settembre 2024 nella galleria Xenia dell’Istituto. Potrà essere visitata dal lunedì al giovedì dalle 10.00 alle 17.00 e il venerdì dalle 10.00 alle 15.00.

Il racconto della bellezza è un viaggio alla scoperta del patrimonio culturale italiano, che vede protagonista la rete museale della Basilicata e i suoi “Tesori”, reperti del “patrimonio invisibile” conservati nei depositi del Museo Nazionale della Siritide, del Museo Archeologico Nazionale di Metaponto e del Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola” di Matera che, appositamente restaurati, sono esposti per la prima volta al grande pubblico. Articolata in tre sezioni, la mostra ripercorre la storia della Basilicata antica prima dell’arrivo dei Greci e dei Lucani, affidandone il racconto al ricco patrimonio archeologico frutto di circa un secolo e mezzo di ritrovamenti e ricerche. Il viaggio inizia alla fine dell’età del Bronzo tra le comunità del Materano e prosegue nell’età del Ferro con i Choni e gli Enotri, genti italiche che tra il IX e il V secolo a.C. occupavano il territorio sud-occidentale della regione. Protagonisti sono i manufatti di pregio che attestano la ricchezza e il ruolo egemone all’interno delle comunità.

Evento organizzato in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero della Cultura, la Rete dei Musei Nazionali della Basilicata e gli Istituti Italiani di Cultura di Varsavia, Amburgo e Atene.

  • In collaborazione con: Ministero degli Affari Esteri, il Ministero della Cultura, la Rete dei Musei Nazionali della Basilicata e gli Istituti Italiani di Cultura di Varsavia, Amburgo e Atene