Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La Musica Degenerata per Clarinetto e Pianoforte | Concerto del Duo Davide Casali (clarinetto) e Pierpaolo Levi (pianoforte)

Data:

27/01/2020


La Musica Degenerata per Clarinetto e Pianoforte | Concerto del Duo Davide Casali (clarinetto) e Pierpaolo Levi (pianoforte)

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria dell’Olocausto

Musica | La Musica Degenerata per Clarinetto e Pianoforte |

Concerto del Duo Davide Casali (clarinetto)e Pierpaolo Levi (pianoforte)

L’attività musicale e la composizione in alcuni casi fecero parte della realtà dei campi di concentramento e rivestono un’importanza davvero centrale nel complesso e intricato tema della memoria dell’Olocausto. Malgrado ciò, poco spazio viene loro riservato nell’ambito degli studi tradizionali sulla Shoah. Per questo motivo l’Associazione Musica Libera realizza da quattro anni il “Festival Viktor Ullmann” dedicato alla musica concentrazionaria – la musica composta dai deportati nei campi di concentramento e nei ghetti nazisti – e alla musica degenerata – la musica che il governo nazista considerava decadente e dannosa. All’interno del Festival nasce il Duo formato da clarinetto e pianoforte che si prefigge di eseguire musiche “degenerate” dedicate a questi due strumenti e poco eseguite. Compositori quali Leone Sinigaglia, Alberto Gentili, Ernest Křenek, Viktor Ullmann, per citarne alcuni, sono autori molto importanti ma anche poco eseguiti. Lo scopo del duo è far risuonare queste musiche composte da questi sfortunati autori che hanno dovuto subire da parte del Terzo Reich e della Germania nazista un annientamento fisico o culturale. Interesse particolare sarà dato alla musica dei compositori ebrei italiani quali Leone Sinigaglia, Renzo Massarani, Alberto Gentili. Il duo è composto da Davide Casali clarinettista, direttore d’orchestra e direttore artistico del Festival “Viktor Ullmann”, e da Pierpaolo Levi, pianista di caratura internazionale ed esperto della musica “degenerata” e “concentrazionaria”.

Programma

Leone Sinigaglia (1868-1944): 12 Variazioni su un tema di Franz Schubert op. 19

Aldo Finzi (1897-1945): Pavana per clarinetto e pianoforte

Viktor Ullmann (1898-1944): Sonata per pianoforte solo n°5

Erwin Schulhoff (1894-1942) : Susi per clarinetto e pianoforte

Renzo Massarani (1898-1975): Preludio

Ernst Krenek (1900-1991): Sonata per clarinetto e pianoforte

Alberto Gentili (1873-1954): Serenatella per clarinetto e pianoforte

 

Prenotazione obbligatoria entro il 20 gennaio 2020 iicbudapest@esteri.it.

L’Istituto riserverà rigorosamente l’accesso al concerto ai possessori della tessera di Socio (+1 persona) in corso di validità.

Informazioni

Data: Lun 27 Gen 2020

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Budapest

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura di Budapest - Sala Giuseppe Verdi

1758